venerdì 28 maggio 2021

Nasce il trans-comunismo

Sta prendendo forma, seppur mutante, un nuovo, vecchio mostro: il trans-comunismo. Un fenomeno globale, non solo italiano. Mettete in fila i seguenti elementi sparsi: 1. l’egemonia mondiale di un comunismo geneticamente modificato, quello cinese, ibridato col mercato globale, rafforzato dalla pandemia e dall’espansione commerciale che sta colonizzando l’Africa e mezzo mondo; 2. lo sbarco in massa di migranti in Occidente, un proletariato mondiale che “non ha patria” – come dicevano Marx ed Engles – e “non ha da perdere che le proprie catene”; 3. il dominio planetario, a partire dagli Stati Uniti, di una ideologia correttiva che vuole abolire la realtà come voleva il comunismo (“abolire lo stato di cose presenti” prescriveva il Manifesto comunista) e sostituirla con una nuova umanità; 4. la ricaduta della biopolitica sui diritti civili, l’ideologia transgender modifica la natura umana e ribalta le identità e le definizioni, a partire dai connotati sessuali.
Infine, se volete, i messaggi di Bergoglio sull’abolizione “morale” della proprietà privata e sulla destinazione comune di tutti i beni: il papa si candida a diventare il cappellano militante del nuovo comunismo terzomondialista. Percorsi diversi ma verso una stessa meta: il transcomunismo. Aggiungo: finita la lotta di classe, perché sono diventati loro classe abbiente di potere, il transcomunismo propone ora la lotta di tasse.

Qualcuno dirà che il comunismo è finito da trent’anni, anche se sopravvive in alcune aree, e dunque è grottesco parlare ancora di comunismo. Forse avete ragione. Però faccio notare che parlano ancora di nazifascismo ed è morto nel sangue più di 75 anni fa. Se il fascismo è una categoria eterna, l’ Ur-fascismo come lo definì Umberto Eco, perché non dovreste credere all’Ur-comunismo, alla sua mutazione transgenica, alle sue varianti per adattarsi ai nuovi organismi? Se credete alle befane, credete pure alle streghe…

Visto che la storia e la cultura qui non c’entrano, ma solo la psicosi, la paranoia e la loro speculazione, divertiamoci ad applicare il teorema di Eco al comunismo. Echeggiando il suo testo non fa una grinza in versione ur-comunismo. Ossia il comunismo è eterno, non è finito col Muro di Berlino, con la caduta dell’Urss o con la mutazione del Pci in Pd, ma è vivo e lotta insieme a noi. Il proletario si chiama oggi migrante, la rivoluzione si fa con gli sbarchi e i diritti civili, le classi da riscattare sono i neri, le donne secondo il vangelo femminista, gli omosessuali, i trans e i rom. La nuova umanità futura verrà dall’utero in affitto; il sistema totalitario in tema di sorveglianza e commercio globale sarà made in China.

E chi non la pensa come gli ur-comunisti va bandito dalla società civile, va criminalizzato ed eliminato da tutti i consessi pubblici, sono quel che pure al tempo del comunismo si chiamavano le forze oscure della reazione in agguato. Il comunismo è resuscitato in laboratorio, lotta sotto falso nome e sotto falso colore: non veste più in rosso ma in arcobaleno o in fucsia, su fondo nero.

Il trans-comunismo ha inventato la sua neolingua, nota come politically correct, in cui le verità vengono distorte, sottoposte a censura, fino a essere capovolte: tutto ciò che è reale e naturale appare meritevole di cancellazione e di rovesciamento, fedeli all’essenza del comunismo che è, dicevamo, l’abolizione della realtà.

Per difendersi, è necessario tenere viva la memoria storica, ci ricordava Eco a proposito del fascismo; lo stesso vale per il comunismo, il regime che ha mietuto più vittime tra più popoli, in più continenti e in un periodo storico più lungo e a noi più vicino. Il comunismo al potere ha un record unico: ha ucciso più comunisti di ogni altro regime. A differenza di tutte le altre dittature del Novecento, fascismo e nazismo inclusi, il comunismo al potere ha sterminato i suoi stessi popoli e lo ha fatto in tempo di pace, senza bisogno di inventarsi guerre e razze.

Fummo in tanti nel secolo scorso a ritenere che non aveva più senso l’anticomunismo in assenza di comunismo, come non ha senso l’antifascismo in assenza di fascismo. Ora, però, il quadro muta, da una parte intervengono i fattori sparsi che abbiamo prima indicato e dall’altro persiste in modo aggressivo, sotto la formula di odiare chi odia, il dogma che tra razzismo & fobie sta risorgendo il nazi-fascismo. Dunque, bisogna attrezzarsi con argomenti adeguati.

Il comunismo avrebbe una sua nobiltà se fosse realizzato in modo volontario e scontato sulla propria pelle, dividendo i propri redditi e proprietà con chi è povero, come fecero i monaci e i francescani; ma la pretesa aberrante del comunismo è di costringere l’intera società, con la forza, a caricarsi della furiosa utopia ugualitaria e livellatrice. I meriti e le capacità non contano, la proprietà è un furto, la ricchezza un abuso e un privilegio, la nascita in un luogo un puro accidente. Non mancano cavalli di Troia per l’operazione, dalla benedizione religioso-umanitaria al sostegno dei colossi finanziari e web. Ogni tentativo di opporsi a questo nuovo comunismo ogm è demonizzato con la scomunica polivalente di cui sopra: l’accusa di razzismo e derivati. Così non puoi più obiettare nulla, devi sottostare all’imperativo del transcomunismo.

Per finire, dedico loro la poesia di un ex-comunista, Octavio Paz: “Il bene, volevamo il bene/raddrizzare il mondo./Non ci mancò la fermezza:/ci mancò l’umiltà. /Quello che volevamo non lo volevamo con innocenza./Precetti e concetti, /superbia da teologi:/battere la croce,/fondare con il sangue,/edificare la casa con i mattoni del crimine,/decretare la comunione obbligatoria./Alcuni divennero segretari dei segretari/del Segretario Generale dell’Inferno./ La rabbia s’è fatta filosofia, /la sua bava ha coperto il pianeta./La ragione discesa sulla terra/ha preso la forma del patibolo/e in milioni l’adorano”. Benvenuti nell’inferno umanitario del transcomunismo.
Marcello Veneziani, La Verità 26 maggio 2021

34 commenti:

mic ha detto...

Il paradosso del Quirinale
Demansionata dall’arrivo del Drago a Palazzo Chigi, la politica si sta concentrando sulla sottopolitica dove può recuperare uno straccio di sovranità e un pizzico di strategia. E al primo punto c’è la Questione Quirinale. Mattarella dice: “non contate su di me per il bis” e non si sa se lo dice per davvero oppure no, non vuole brevi proroghe o vuol richiamare i partiti ad assumersi la decisione. La soluzione Mattarella-bis è caldeggiata come schermo per altre manovre, per non andare al voto e per tenere Draghi a Palazzo Chigi senza traslocarlo al Quirinale, evitando così di trovarci senza governo, costretti a votare il prossimo anno. Al voto vogliono andarci solo Meloni e Salvini, perciò la partita del Quirinale prenderà con ogni probabilità un’altra piega.

Continua a leggere
http://www.marcelloveneziani.com/uncategorized/il-paradosso-del-quirinale/

mic ha detto...

Senza un Presidente che sia anche Capo del Governo, e che venga eletto dagli Italiani ogni cinque anni, questo Paese non si salverà.
Ergo, siccome questo non succederà, saremo condannati ad un ruolo marginale, anzi alla colonizzazione economica, e cripticamente anche politica, per i prossimi decenni.
Questa riforma, oltre a quella della Giustizia, è quanto serve in primis all'Italia.
Ma non le avremo mai.

Anonimo ha detto...

La contraddizione sta nell'eleggere un Presidente della Repubblica, quando la Repubblica non esiste più come stato sovrano, la Costituzione è stata accantonata, la legge è un cunicolo in cui non si vede il fondo, il popolo è allo sbando e non conosce la sua identità. Cosa faranno per eleggerlo? Ripristinano la Costituzione prima del semestre bianco previsto dalla stessa? Per farlo devono dichiarare la fine dell'emergenza, Cosa s'inventeranno per non eleggere nessuno e rimanere in questo limbo... Sono curiosa. Si è stracciata la Costituzione per un'emergenza sanitaria e ora si appellerebbero alla Costituzione per eleggere il Presidente. Se non si vede contraddizione in tutto questo... e i giuristi tacciono, allora non c'è storia. La Costituzione non può uscire dal cappello del cappellaio matto, quando fa comodo... tacitamente ne hanno dichiarato la fine e loro stessi non seguono più da oltre un anno i suoi dettati... quindi? E' solo finzione...come il governo di larghe intese senza opposizione.

Un popolo di pecore genera un governo di lupi ha detto...

Cabina di regia a composizione variabile, segreteria tecnica, servizio centrale: per il Pnrr, Chigi centralizza le funzioni ed è pronto a reprimere il «dissenso» delle Regioni. Così i partiti, senza quasi rendersene conto, finiscono assoggettati al pilota automatico.

Anonimo ha detto...

Una repubblica fondata sull'ideologia anche con una falsa interpretazione di Concilio Vatican II.La Repubblica italiana festeggia oggi una ideologia che e
“fascismo male assoluto”.Nelle scuole pubblica indottrinare i studenti con Concilio Vaticano II interpreta con una falsa premessa, inferenza e non tradizionale conclusione.
La religione cattolica non essere liberi intanto che i Cattolici non possono officially, interpretano Concilio Vaticano II con una premessa razionale per creare una continuita con Tradizione.
L’interpretazione di Concilio Vaticano II di Lionel Andrades e razionale, non eretici, non scismatici e tradizionale ma non e ideologicamente corretto con la Sinistra.
1.Cosa c'è di speciale nell'interpretazione di Lionel Andrades del Concilio Vaticano II?
Lui non usa la comune premessa falsa. E' un modo semplice, razionale e diverso di leggere il Concilio Vaticano II.

2.Cosa c'è di così speciale nell'interpretazione di Lionel Andrades sul extra ecclesiam nulla salus(EENS)?
Non usa la falsa premessa comune per interpretare il battesimo del desiderio (BOD), l'ignoranza invincibile (I.I) e il battesimo di sangue (BOB). Quindi non ci sono eccezioni pratiche per EENS. EENS è tradizionale e BOD, BOB e I.I sono interpretati razionalmente. Non è EENS o BOB, BOB e II. Poiché questi ultimi non fanno eccezione per i primi.
3.L'interpretazione di Lionel Andrades dei documenti del Magistero è copy right o trade mark? No. Chiunque può usarlo. Non c'è nessun addebito. Si tratta semplicemente di tornare all'interpretazione tradizionale dei documenti della Chiesa, senza la falsa premessa. La falsa premessa è entrata nella Chiesa in grande stile, con la Lettera del Sant'Uffizio all'Arcivescovo di Boston relativa a p. Leonard Feeney (1949).

4.Come è emersa l'interpretazione di Lionel Andrades di VC 2?
Ha continuato a scrivere sul suo blog(Eucharist and Missiion) su EENS e poi ha scoperto che il Concilio Vaticano II non contraddice realmente l'EENS se si evita la falsa premessa.
CONTINUA

Anonimo ha detto...

CONTINUA


5.L'interpretazione di LA sul VC2 è una nuova teologia?
No. È tornare alla vecchia teologia tradizionale della Chiesa Cattolica evitando la falsa premessa. È la falsa premessa che ha creato la Nuova Teologia. Senza la falsa premessa non può esserci il Nuovo Ecumenismo, la Nuova Evangelizzazione, la Nuova Ecclesiologia ecc. La Nuova Teologia è Cristocentrica senza il passato ecclesiocentrismo della Chiesa. Con proiettando una premessa falsa sono state create eccezioni all'EENS, al Credo di Atanasio, al Sillabo degli Errori, ecc.. L'errore è stato trascurato dai papi.

6.Che dire della dottrina missionaria tradizionale del XVI secolo?
Con l'interpretazione di Lionel Andrades del Concilio Vaticano II torniamo alla dottrina tradizionale della Missione. Non è più "solo loro bisogno di entrare nella Chiesa che lo sanno", che “non sono nell'ignoranza invincibile” (LG 14) Invece, è tutto bisogno di entrare nella Chiesa Cattolica senza alcuna eccezione conosciuta. L'ignoranza invincibile non è un'eccezione per tutti coloro che hanno bisogno di entrare nella Chiesa con la fede e il battesimo (LG 14). Quindi evangelizziamo poiché tutti i non cattolici sono orientati all'Inferno, senza la fede e il battesimo d'acqua (Ad Gentes 7/Lumen Gentium 14, Concilio Vaticano II). La norma per salvezza è fede e battesimo e non è ignoranza invincibile.Quando incontro un non cattolico, non posso presumere o pretendere di sapere che lui o lei è un'eccezione alla norma.Se c'è un'eccezione potrebbe essere conosciuta solo da Dio. So che il non cattolico prima di me, è orientato all'Inferno ( Credo di Atanasio, Concilio Vaticano II (AG 7, LG 14), Catechismo della Chiesa Cattolica (845.846,1257), Sillabo degli Errori di Papa Pio IX, ecc.

CONTINUA

Anonimo ha detto...

CONTINUA

7.E l'ermeneutica della continuità o della rottura con la Tradizione?
Con l'interpretazione di Lionel Andrades del Concilio Vaticano II non c'è rottura con i documenti del Magistero del passato e nemmeno si contraddicono. Dobbiamo però reinterpretare i documenti del Magistero del passato, che menzionano il battesimo del desiderio (BOD) e l'ignoranza invincibile (I.I ), come ipotetici e invisibili sempre. L'essere salvati con BOD e I.I sono sempre fisicamente invisibili, quando sono menzionati nei Catechismi (Trento, Pio X ecc.) e nelle encicliche e nei documenti dei papi (Mystici Corporis ecc.). Si riferiscono sempre solo a casi ipotetici e non sono oggettivamente conosciuti non-cattolici. Se qualcuno viene salvato fuori dalla Chiesa può essere conosciuto solo da Dio. Questo deve essere chiaro leggendo anche la Lettera del Sant'Uffizio 1949 all'Arcivescovo di Boston. Non c'è confusione nemmeno nella lettura del testo del Concilio Vaticano II.LG 8, LG 14, LG 16, UR 3,NA 2,GS 22 ecc, si riferiscono sempre solo a casi ipotetici e quindi non contraddicono il Credo di Atanasio.

8.I papi dovrebbero usare l'interpretazione di Lionel Andrades del Concilio Vaticano II?
SÌ! Poiché attualmente i due papi sono scismatici, eretici, non magisteriali e non tradizionalisti sul Concilio Vaticano II. Dev'essere così poiché usano la falsa premessa. È solo con la falsa premessa, inferenza e conclusione che interpretano i documenti magisteriali. Ciò può essere evitato con una premessa razionale, un'inferenza e una conclusione tradizionale. Il risultato è un'ermeneutica di continuità con la Tradizione.
9.Quale altro vantaggio c'è nel conoscere l'interpretazione di Lionel Andrades del Concilio Vaticano II?
Leggiamo il testo del Concilio Vaticano II in generale in modo diverso con questo interpretazione, di interpretazione di Lionel Andrades.
'Il rosso non è un'eccezione al blu'. I passaggi ipotetici (segnati in rosso sul blog Eucaristia e Missione, non sono eccezioni pratiche ai passaggi ortodossi del Concilio Vaticano II che supportano l'EENS e sono contrassegnati in blu.
Per gli attuali due papi ei tradizionalisti il rosso è un'eccezione al blu. Questo è irrazionale.
10.Che rapporto ha con la liturgia?
Senza la falsa premessa il Concilio Vaticano II è tradizionale. Il Concilio Vaticano II è in armonia con extra ecclesiam nulla salus secondo i missionari del XVI secolo. Siamo quindi tornati all'ecclesiologia ecclesiocentrica passata della Chiesa Cattolica. Quando il Concilio è tradizionale non c'è 'sviluppo della dottrina' o 'spirito del Concilio Vaticano II'. Collegialità, libertà religiosa ed ecumenismo non sono più un problema. Quindi ricevere la Santa Comunione sulla mano non può più essere giustificato con il Concilio Vaticano II. Né l'Eucaristia può essere data ai divorziati risposati, in nome del Concilio.
Né il Sinodo tedesco può essere giustificato citando il Concilio Vaticano II. Non c'è più alcuna base teologica nel Concilio per dare l'Eucaristia ai protestanti durante la Santa Messa.
CONTINUA

Anonimo ha detto...

CONTINUA

Premessa falsa
Lumen Gentium 8, Lumen Gentium 14, Lumen Gentium 16 ecc. nel Concilio Vaticano II si riferiscono a casi fisicamente visibili nel 1965-2021.
Inferenza falsa
Sono esempi oggettivi di salvezza al di fuori della Chiesa.
Conclusione falsa
Il Concilio Vaticano II contraddice l'interpretazione rigorosa del dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS). Sono stati resi osoleti il Credo di Atanasio (fuori dalla Chiesa non c'è salvezza) e il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX (ecumenismo del ritorno).

Ecco la mia interpretazione del Concilio Vaticano II in blu.

Premessa razionale
LG 8, LG 14, LG 16 ecc. nel Concilio Vaticano II si riferiscono a casi fisicamente invisibili nel 1965-2021. Sono solo ipotetici e teorici. Esistono solo nella nostra mente e non sono corpi solidi al livello di tempo, spazio e materia di Newton.
Inferenza razionale
Non sono esempi oggettivi di salvezza al di fuori della Chiesa per noi esseri umani.
Conclusione razionale
Il Concilio Vaticano II non contraddice l'EENS come era interpretato dai Gesuiti nel Medioevo. Non contraddice l'interpretazione rigorosa dell'EENS di San Tommaso d'Aquino (salvato nell'ignoranza invincibile è invisibile), Sant'Agostino e p. Leonard Feeney di Boston.
La Lettera del Sant'Uffizio (Congregazione per la Dottrina della Fede) del 1949 ha commesso un errore oggettivo.-Lionel Andrades
https://eucharistandmission.blogspot.com/2021/05/thereis-no-denial-from-congregation.html

Lionel Andrades
Promotore dell'interpretazione di Concilio Vaticano II di Lionel Andrades.
Laico cattolico a Roma,
Scrittore sulla scoperta delle due interpretazioni del Concilio Vaticano II, l'una razionale e l'altra irrazionale, si interpreta l'una con la falsa premessa e l'altra senza. Uno è Magistrale e l'altro, quello comune, è non Magistrale.

Anonimo ha detto...

BP.SCHNEIDER HA USATO LA FALSA PREMESSA COME I LIBERALI,I MODERNISTI E COMMUNISTI

Il Vescovo Athanasius Schneider ha ufficialmente accettato il Concilio Vaticano II e lo ha interpretato con la falsa premessa ( invisibili casi di LG 16 (ignoranza invincibile) e visibili fiscamente) e quindi la sua conclusione non è tradizionale (ci sono eccezioni pratiche per il Credo di Atanasio, extra ecclesiam nulla salus, il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX ecc. Sono tutti ormai obsoleti). Questo è lo scisma con i papi passati su EENS ecc. È una rottura con il Magistero passato.
Accetta anche la Lettera del Sant'Uffizio 1949 (LOHO). Indica casi sconosciuti di battesimo del desiderio e dell'ignoranza invincibile sono visibili e conosciuti eccezioni note all'EENS tradizionale. Quindi non tutti hanno bisogno di entrare nella Chiesa Cattolica per la salvezza , secondo LOHO. Questa è un'eresia ufficiale basata su una falsa premessa. È accettata dal vescovo Schneider.
Un cattolico che rifiuta il Credo di Atanasio e reinterpreta irrazionalmente il Concilio Vaticano II non farebbe una comune Professione di Fede. Sarebbe un Modernista.

IL VESCOVO ATHANASIUS SCHNEIDER NON HA SOSTENUTO IL FRA.ANDRE MARIE MICM SU UNA QUESTIONE DOTTRINALE.
Il Vescovo Athanasius Schneider non si è espresso a sostegno di Fra. Andre Marie MICM, Priore del St.Benedict Center, New Hampshire, quando un Decreto di Proibizione è stato imposto alla comunità religiosa, gli Slaves of the Immaculate Heart of Mary, nella Diocese di Worcester,USA e la Congregazione per la Dottrina della Fede (CDF),Vaticano. La questione era dottrinale.
Non poteva sostenerli in pubblico poiché usa la Nuova Teologia per interpretare extra ecclesiam nulla salus (EENS) e il Concilio Vaticano II (VC2), come gli presente due papi.
Come ho accennato prima, il Vescovo Schneider, ufficialmente accetta e interpreta VC 2 e EENS con la falsa premessa (i casi invisibili di LG 16 (salvarsi nell'ignoranza invincibile) sono fisicamente visibili nei tempi attuali) e quindi la sua conclusione non è tradizionale ( ci sono eccezioni pratiche e conosciute per il Credo di Atanasio, EENS, Sillabo di Errori i Papa Pio IX ecc. Quindi sono resi obsoleti). Questo è lo scisma con i papi passati su EENS.
Per i papi nel corso dei secoli il battesimo del desiderio (BOD) e dell'ignoranza invincibile (I.I) sono sempre stati fisicamente invisibili. Questo è buon senso.
Il vescovo Schneider accetta anche la Lettera del Sant'Uffizio 1949 (LOHO). Proietta casi sconosciuti e invisibili di BOD e I.I come eccezioni note e visibili alla ‘rigida interpretazione’ di EENS. Quindi con EENS presumibilmente contraddetto LOHO ha concluso che non tutti hanno bisogno entrare nella Chiesa Cattolica per la salvezza. Questa è una conclusione eretica e scismatica basata su un ragionamento irrazionale. È ufficialmente accettata dal vescovo Athanasius Schneider.
Quindi in pubblico il vescovo Schneider non potrebbe affermare l'EENS Feeneyite come il St.Benedetto Cente,New Hampshire,USA e nemmeno potrebbe interpretare il Concilio Vaticano II in armonia con l'EENS e la Tradizione.Lui e liberale anche su questo punto

Anonimo ha detto...

UN APPELLO A COORDINAMENTO NAZIONALE SUMMORUM PONTIFICUM(CNSP)

P. NICHOLAS GRUNER, TRADITIONALIST, FU PERSEGUITO DAGLI ECCLESIASTICI: NON CONOSCEVANO LA PREMESSA FALSA E RAZIONALE

Don Nicholas Gruner fu perseguitato dal Vicariato di Roma e dal Vaticano poiché si riteneva che non dovesse più affermare il dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS) dopo essere stato contraddetto dal Concilio Vaticano II, comunemente interpretato irrazionalmente (anche da p. Gruner ). La Chiesa non insegnava più l'EENS, il Sillabo degli Errori e il Credo di Atanasio era il punto di vista del cardinale Ratzinger.
Padre Gruner, John Vennari e Chris Ferrara non conoscevano l'interpretazione razionale e irrazionale del Concilio Vaticano II; la premessa falsa e razionale, che ha prodotto due conclusioni diverse, una tradizionale e l'altra non tradizionale. Neanche gli ecclesiastici lo sapevano.
Ora dopo oltre 55 anni sappiamo che senza la falsa premessa il Concilio Vaticano II ha una conclusione tradizionale e non è una rottura con la passata teologia esclusiva della Chiesa Cattolica.
Allo stesso modo Madre Angelica foundatore di EWTN non sapeva che Concilio Vaticano 2 non contraddiceva la sua interpretazione di EENS. Seguì i vescovi. In seguito affermerà l'EENS con il battesimo del desiderio ecc. come eccezioni. Questo era lo stesso della Societa di San Pio X.
Ma ora Jeff Mirus di Trinity Communications e Phil Lawler di Catholic Culture lo sanno. Sono stati informati e non hanno risposta. Eppure Trinity Communications, di Jeff Mirus, insieme a EWTN mantiene un articolo di propaganda su Internet, intitolato "The Tragic Errors of Fr.Leonard Feeney"(I tragici errori di p. Leonard Feeney di p. William Most'.Questo è politico. Seguono il denaro e approfittano dell'ignoranza del prete, buon apologeta, che non conosceva la differenza tra premessa falsa e razionale, quando interpretava i documenti magisteriali.
CNSP E I ECCLESIASTICI FANNO LA STESSA ERRORE OGGI.I ECCLESIASTICI PENSANO CHE IL LA LITURGIA E RESPONSIBILE PER UNA ROTTURA CON CONCILIO VATICANO II( INTERPRETED IRRAZIONALEMENTE).

Anonimo ha detto...

FSP, SSPPX,DIANA MONTAGNA, PAULO PASQUALUCCI, MARIA GUARINI, ENRICO MARIA RADAELLI, MARCO TOSATTI E ROBERTO DEI MATTEI SONO MODERNISTI DEL CONCILIO VATICANO II

SSP,SSPX,Diana Montagna, Paulo Pascualucci, Enrico Maria Radaelli, Maria Guarini, Marco Tosatti e Roberto dei Mattei sono modernisti del Concilio Vaticano II. Usano la falsa premessa per interpretare il Concilio come una rottura con extra ecclesiam nulla salus (EENS). Se lo hanno fatto non usare questo approccio irrazionale sarebbero Feeneyites su EENS.
Affermano EENS con eccezioni. I casi invisibili del battesimo del desiderio sono per loro eccezioni pratiche all'EENS.
Affermano il Concilio Vaticano II con eccezioni per l'EENS. Casi invisibili e sconosciuti, nel 1965-2021, di LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, NA2, Gs 22 ecc., sono esempi oggettivi di salvezza al di fuori della Chiesa ed eccezioni oggettive all'EENS, al Credo di Atanasio e al Sillabo di Errori.
È come Michael Voris e Christine Niles di Church Militant TV che affermano che fuori dalla Chiesa non c'è salvezza e accettano il Concilio Vaticano II con la falsa premessa, indicando che fuori dalla Chiesa c'è salvezza.
Tutti gli apologeti ei giornalisti di EWTN devono accettare e interpretare il Concilio Vaticano II con la falsa premessa. È obbligatorio. Forse è lo stesso anche per Michael Voris nell'arcidiocesi di Detroit.
Steve Skojec sul blog 1Peter 5 ha deciso di tornare a interpretare il Concilio Vaticano II e tutti i Credo e Catechismi con la falsa premessa. Alcuni dei suoi sponsor hanno smesso di inviare i loro regolari assegni.
Tutti seguono il modernismo ufficiale.
Il Credo di Atanasio dice che fuori dalla Chiesa non c'è salvezza e la Lettera del Sant'Uffizio del 1949 all'Arcivescovo di Boston relativa a padre Leonard Feeney dice che fuori dalla Chiesa c'è salvezza e tutti non hanno bisogno di essere membri della Chiesa Cattolica Chiesa per evitare l'inferno. Questa è eresia e scisma con una falsa premessa ed è magistrale per gli attuali due papi, i lefebvriani ei cardinali e vescovi. Modernismo ufficiale.

Anonimo ha detto...

I SACERDOTI DELLA FSSPX IN ALBANO ITALIA DEVONO ANNUNCIARE UN ELENCO DI CANDIDATI POLITICI E PARTI CHE APPROVANO: IL CONCILIO VATICANO II DEVE ESSERE INTERPRETATO RAZIONALMENTE
I sacerdoti della FSSPX ad Albano, Lazio, Italia devono ancora annunciare che non deve esserci separazione tra Chiesa e Stato nella politica nazionale secondo la teologia Cattolica tradizionale e il Concilio Vaticano II (interpretato razionalmente). Così come preti Cattolici raccomandano una lista di partiti politici e candidati per chi votare e chi evitare. Avrebbero anche questa lista per l'elezione del Sindaco a Roma e dei Consiglieri nei Comuni di Roma, Lazio.
Ovviamente questo non è possibile. Poiché la FSSPX accetta l'errore di Papa Pio XII nella Lettera del Sant'Uffizio del 1949, ripetuto nel Concilio Vaticano II. Poiché ci sono eccezioni alla tradizionale interpretazione rigorosa dell'extra ecclesiam nulla salus (EENS), c'è la Nuova Teologia, il Nuovo Ecumenismo, la Nuova Ecclesiologia ecc. Quindi rifiutano senza eccezioni la tradizionale EENS, sulla quale si basava teologicamente la proclamazione del Sociale Regno di Cristo Re in tutta la politica e la non separazione tra Chiesa e Stato.
Quindi, prima di poter annunciare un elenco di candidati approvati, avrebbero bisogno di mettere in ordine la loro casa dottrinale, sui documenti della Chiesa, incluso il Concilio Vaticano II.
Il Regno Sociale di Cristo Re in tutta la politica può essere proclamato con il Concilio Vaticano II interpretato con la premessa, la deduzione e la conclusione razionali.
Con la premessa razionale, inferenza e conclusione nell'interpretazione del Concilio Vaticano II, finisce la non separazione tra Chiesa di sinistra e Stato di sinistra.
Con il Concilio Vaticano II interpretato razionalmente non possiamo più separare la Chiesa Cattolica dalla politica nazionale. Bisogna dire al popolo che la Chiesa Cattolica insegna che fuori della Chiesa non c'è salvezza (AG 7) e quindi occorre l'appartenenza alla Chiesa con fede e battesimo-per evitare l'Inferno (AG 7). Questa è la norma per la salvezza. Quindi per salvare le anime dall'andare all'Inferno è importante che il Governo e i partiti politici siano Cattolici. Sono Cattolici quando interpretano razionalmente il Concilio Vaticano II e sostenere la Tradizione. Quindi i Cattolici dovrebbero votare solo per i candidati politici che interpretano razionalmente il Concilio Vaticano II e quindi in armonia con la Tradizione e la proclamazione del Regno Sociale di Cristo Re in tutta la politica.

Anonimo ha detto...

I Cattolici non sono obbligati a usare una falsa premessa per interpretare il Concilio Vaticano II con la Nuova Teologia. Possono evitare la falsa premessa e tornare alla vecchia teologia che dice che fuori della Chiesa non c'è salvezza.
Allo stesso modo i Cattolici non sono obbligati a usare la falsa premessa nell'interpretazione della Lettera del Sant'Uffizio del 1949 all'Arcivescovo di Boston. Possono evitare la falsa premessa nell'interpretazione del battesimo del desiderio e dell'ignoranza invincibile e così risalire al XVI secolo EENS dei missionari, che non ebbe eccezioni pratiche in BOD e I.I. Possono riconoscere che il Sant'Uffizio fece un errore oggettivo e questo non può essere Magistrale.

Anonimo ha detto...


PAPA FRANCESCO E PAPA BENEDETTO NON SONO MAGISTERIALE SUL CONCILIO VATICANO II IN QUANTO USANO UNA FALSA PREMESSA PER INTERPRETARE IL CONCILIO: QUESTO PU ESSERE EVITATO E IL CONCILIO SARÀ MAGISTERO

Papa Francesco e Papa Benedetto non sono Magisteriali sul Concilio Vaticano II poiché usano una falsa premessa per interpretare il Concilio. Questo può essere evitato e la loro conclusione sarebbe tradizionale, affermando l'ecclesiocentrismo nella Chiesa Cattolica. Allora l'interpretazione del Concilio sarebbe Magistrale . Sarebbe in armonia con il Magistero passato nei secoli. Ora, a causa della falsa premessa, la loro teologia è cristocentrica senza la tradizionale ecclesiologia esclusivista. C'è una rottura con la Tradizione. La rottura è artificiale e può essere evitata.
Come possono Papa Francesco e Papa Benedetto essere Magistrali sul Concilio Vaticano II quando interpretano LG 8,LG 14, LG 16,UR 3, NA 2, GS 22 ecc. in modo irrazionale, per creare una rottura artificiale con la Tradizione (EENS, Sillabo, Catechismo di Papa Pio X (24Q,27Q) ecc)?
Devono correggere l'errore e poi reinterpretare razionalmente il Concilio. I cardinali ei vescovi devono fare lo stesso.
C'è stato un errore oggettivo fatto da Papa Pio XII nella Lettera delle Sant’ Ufficio 1949. L'errore è stato ripetuto al Concilio Vaticano II e non corretto dai papi dopo Paolo VI.

Anonimo ha detto...

TUTTI I LIBRI SUL CONCILIO VATICANO II IN GENERALE SCRITTI DA AUTORI PRO SSPX SONO SCRITTI CON UNA FALSA PREMESSA E NECESSITANO DI ELIMINARE

Tutti i libri sul Concilio Vaticano II scritti da autori pro FSSPX(Societa di San Pio X di Arcivescovo Marcel Lefebvre), sono scritti con una falsa premessa. Devono essere eliminati gradualmente. I libri avrebbero potuto essere scritti senza la falsa premesse e deduzioni e quindi la conclusione sarebbe stata tradizionale.
Sul Concilio Vaticano II si possono scrivere libri in futuri interpretati con la premessa, l'inferenza e la conclusione razionali. Ci sarà un'ermeneutica della continuità con il passato.
I libri pro-SSPX sul Concilio Vaticano II che sono contaminati da questo errore includono quelli degli autori Christina Siccardi, Paulo Pasqualucci, Roberto dei Mattei, Diana Montagna, Maria Guarini ed Enrico M.Radaeilli.
Ci sono stati centinaia di migliaia di libri in tutto il mondo sul Concilio Vaticano II, che sono stati scritti con una premessa irrazionale per produrre una falsa conclusione, non tradizionale. Ciò si sarebbe potuto evitare se gli autori fossero stati informati dell'errore e lo avessero evitato.
L'interpretazione ufficiale del Concilio Vaticano II è non Magistrale poiché il suo fondamento teologico si basa su un errore oggettivo ed empirico, che si sarebbe potuto evitare. Lo Spirito Santo non può commettere un errore di fatto e contraddire il Magistero passato. Non c'è una Nuova Rivelazione nella Chiesa Cattolica.

Anonimo ha detto...


PERCHÉ I CATTOLICI DOVREBBE INTERPRETARE IL CONCILIO VATICANO II CON L'ERMENEUTICA DELLA ROTTURA INVECE DELL'ERMENEUTICA DELLA CONTINUITÀ CON LA TRADIZIONE?

Perché i Cattolici dovrebbero interpretare il Concilio Vaticano II con l'ermeneutica della rottura invece dell'ermeneutica della continuità?
Per papa Francesco e per il cardinale Kasper il Concilio Vaticano II ha un'ermeneutica di rottura con la Tradizione, per me ha una continuità.
Rorate Caeili pubblica articoli di don Pietro Leone poiché è politicamente corretto con la Sinistra e interpreta il Concilio Vaticano II come una rottura con la Tradizione.
Dove il Concilio contraddice un ecumenismo di ritorno alla Fede Cattolica? Non poteva presentare nemmeno un esempio sul Rorate Caeili.
Unitatis Redintigatio si riferisce solo a casi ipotetici e speculativi. Esistono solo nella nostra mente. Non possono essere eccezioni pratiche al passato ecumenismo del ritorno basato sul dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS).
Dove il Concilio contraddice EENS ed è una rottura con la Tradizione? Don Pietro Leone e Rorate Caeili non hanno potuto presentare nemmeno un esempio.
LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, NA 2, GS 22 etc non possono essere eccezioni pratiche alla stretta interpretazione di EENS nel 1965-2021. Non esistono nella nostra realtà. Non ci sono tali casi .
Perché i Cattolici dovrebbero interpretare il Concilio Vaticano II con l'ermeneutica della rottura invece dell'ermeneutica della continuità?

Anonimo ha detto...

NON CE UNA UNA NUOVA RIVELAZIONE NELLA CHIESA. IL CONCILIO VATICANO II INTERPRETATO CON UNA FALSA PREMESSA NON PUO ESSERE UNA NUOVA RIVELAZIONE, UNA NUOVA TEOLOGIA O UNO SVILUPPO DELLA DOTTRINA. E SEMPLICEMENTE DISONESTA.


Peter Kwasniewski, Taylor Marshall, Steve Skojec e Roberto dei Mattei devono scegliere tra la loro professione come Cattolici e le loro convinzioni personali come Cattolici. Se interpretassero il Concilio Vaticano II senza la comune falsa premessa, affermerebbero Feeneyite extra ecclesiam nulla salus (EENS), il Credo di Atanasio e il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX. Tutti tre sono respinti dalla FSSPX per ragioni politiche. Quindi si lasciano proiettare come tradizionalisti, come se participare alla Messa in Latino ti rendesse uno. Mentre professionalmente, in pubblico, rifiutano gli insegnamenti de fide della Chiesa Cattolica che potrebbero farli de platforming. È lo stesso per John Henry Weston di Life Site News,e molti dei vescovi e delle comunità sedevacantiste.Scelgono l'interpretazione non magisteriale del Concilio Vaticano II di papa Francesco, poiché è politicamente corretto con la sinistra.
Come può essere Magisteriale interpretare il Concilio Vaticano II, i Catechismi ei Credo con una premessa falsa, invece della scelta razionale? Eppure questa è l'unica interpretazione del Concilio scelta da Kwasniewski, Marshall, De Mattei, Weston e altri Cattolici conservatori. È lo stesso Concilio Vaticano II dei liberali e degli due papi.
Non c'è una nuova rivelazione nella Chiesa. Il Concilio Vaticano II interpretato con una falsa premessa non può essere una nuova rivelazione, una nuova teologia o uno sviluppo della dottrina. È semplicemente disonestà.

Anonimo ha detto...

I CARDINALI KASPER E KOCH INTERPRETANO UNITATIS REDINTIGRATIO, NEL CONCILIO VATICANO II CON UNA FALSA PREMESSA PER SOSTEGNO AL NUOVO ECUMENISMO : PERCHE TUTTA LA CHIESA DOVREBBE SEGUIRLI?

i cardinali Kasper e Koch interpretano Unitatis Redintigratio nel Concilio Vaticano II come un sostegno al Nuovo Ecumenismo. Perché tutta la Chiesa dovrebbe seguirli?

Su Il blog Rorate Caeili, don Pietro Leone ha scritto sulla relazione di Concilio Vaticano II e extra ecclesiam nulla salus(EENS).Lui cita Unitatis Redintigratio, Decreto sull'Ecumenismo, Concilio Vaticano II, per contraddire il dogma EENS e sostenere un Nuovo Ecumenismo. Per lui Unitatis Redintigratio (UR) ha eccezioni per EENS .Si contraddice un ecumenismo di ritorno alla Chiesa Cattolica. C'è quindi un'ermeneutica di rottura con la Tradizione.
Per me, UR si riferisce solo a casi ipotetici e speculativi che esistono solo nella nostra mente. Sarebbe irrazionale considerarli esempi oggettivi e pratici di essere salvati fuori dalla Chiesa. Quindi per me non sono eccezioni all'EENS. L'UR non è una rottura con la Tradizione. Sto interpretando il Concilio Vaticano II con l'ermeneutica della continuità con la Tradizione.
Perché i Cattolici devono interpretare l'UR con l'ermeneutica della rottura invece che della continuità con la Tradizione?
Perché le citazioni di UR non possono semplicemente riferirsi a casi ipotetici e quindi non contraddicono EENS nel 2021? Posso scegliere di considerare UR come non un'eccezione a EENS. Altri cattolici possono fare lo stesso.
Allo stesso modo Louie Verrecchio sceglie di interpretare UR come una rottura con l'ecumenismo passato, nell su blog. Gliel'ho fatto notare. È irrazionale, ma continua a fare la stessa cosa. L'uso di una premessa falsa per interpretare il Vaticano Concilio II.Questo e modernismo.
UR 3 per esempio può essere solo ipotetico. Non c'è altra scelta. Se qualcuno viene salvato in un'altra religione senza la fede Cattolica e il battesimo d'acqua, sarebbe noto solo a Dio.
Anche i cardinali Kasper e Koch interpretano Unitatis Redintigratio nel Concilio Vaticano II come un sostegno al Nuovo Ecumenismo. Perché tutta la Chiesa dovrebbe seguirli? Sono irrazionali. È disonesto citare casi teorici, a cui si fa riferimento in UR, e proiettano come eccezioni pratiche all'EENS nel 1965-2021. Non esiste davvero una nuova teologia a sostegno del Nuovo Ecumeismo, della Nuova Teologia di Rahner e Ratzinger o sviluppo della dottrina ,come dicono Papi Benedetto e Francesco.
Il Concilio Vaticano II interpretato con una falsa premessa non può essere una nuova rivelazione. Non può essere anche un nuovo ecumenismo. È semplice disonestà.

Anonimo ha detto...


FSSPX NON RICONOSCE CHE LEFEBVRE HA FATTO UN ERRORE DOTTRINALE E TEOLOGICO

L'arcivescovo Marcel Lefebvre ha commesso un errore al Concilio Vaticano II. Egli presumeva erroneamente casi sconosciuti e invisibili di salvezza nell'ignoranza invincibile (LG 16) e il battesimo di desiderio (LG 14) fossero eccezioni pratiche al dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS), al Sillabo degli Errori di Papa Pio IX, al Atanasio Credo e il Catechismo di Papa Pio X (24Q,27Q) ecc. I vescovi della FSSPX ei loro sostenitori rifiutano di riconoscere che c'è un errore teologico e dottrinale.
Come l'arcivescovo Lefebvre, anche i papi ei cardinali interpretano il Concilio Vaticano II con la stessa falsa premessa, inferenza e conclusione non tradizionale.
Senza la falsa premessa, il Concilio Vaticano II è dogmatico. Supporta l'interpretazione rigorosa di EENS. Poiché LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, NA 2, GS 22 ecc. interpretati razionalmente, non sono eccezioni pratiche per EENS.
I vescovi della FSSPX devono annunciare che LG 8 ecc. nel Concilio Vaticano II fanno sempre riferimento a casi teorici e ipotetici. Non ci sono noti non cattolici salvati fuori dalla Chiesa nel 1965-2021, senza fede e battesimo nella Chiesa Cattolica (AG 7).
Una Voce International interpreta il Concilio Vaticano II con la stessa falsa premessa di monsignor Lefebvre. Per loro è ufficiale. È anche magistrale.
Come può il Concilio Vaticano II interpretato dai papi o dall'arcivescovo Lefebvre con la falsa premessa invece che senza di essa, essere Magisteriale?
Una Voce come i vescovi della FSSPX interpretano anche il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX e il Credo di Atanasio con la stessa falsa premessa. Questo non è tradizionale.
In Gran Bretagna i cardinali e i vescovi Cattolici interpretano il Concilio Vaticano II con una falsa premessa e le Latin Mass Societies di Inghilterra e Galles non commentano questo.
Il vescovo Athanasius Schneider non chiede ai vescovi della FSSPX di annunciare che LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, NA 2, GS 22 ecc., si riferiscono solo a casi ipotetici e teorici nei tempi attuali. Quindi non possono essere esempi oggettivi di salvezza al di fuori della Chiesa. Interessi personali gli impediscono di fare questo annuncio.Anche lui interpreta il Concilio con una premessa falsa, come papa Francesco e papa Benedetto, l'arcivescovo Lefebvre e i vescovi e sacerdoti della FSSPX.

Anonimo ha detto...


LA MAGISTRATURA SECOLI IN ITALIA E IL SIGNATURA DI VATICANO INTERPRETA ANCORA IL CONCILIO VATICANO II CON UNA FALSA PREMESSA.

La Magistratura nei tribunali secolari in Italia e il Signatura nello Vaticano, interpreta ancora il Concilio Vaticano II con una falsa premessa, un'inferenza e conclusione. Con la false premessa emerge una rottura artificiale con la Tradizione Cattolica in particolare il dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS), i Credo, il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX e il Catechismo di Papa Pio X (24Q,27Q). Questi documenti affermano che la salvezza esclusiva esiste solo nella Chiesa Cattolica.

Anonimo ha detto...


CONCILIO VATICANO II NON SONO PASTORALE MA ANCHE DOGMATICO :ROBERTO DEI MATTEI ECC NON VOGLIONO AFFERMA LA STRETTA INTERPRETAZIONE DI EXTRA ECCLESIAM NULLA SALUS

Peter Kwasniewski, Taylor Marshall, Roberto dei Mattei e Steve Skojec stanno curando i loro interessi personali e quindi non sono disposti a interpretare il Concilio Vaticano II senza la falsa premessa. Come Papa Paolo VI e i liberali chiamano il Concilio II "pastorale" e non dogmatico. Poiché non vogliono affermare l'interpretazione rigorosa del dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS). Senza la loro falsa premessa il Concilio è dogmatico. Sostiene l'interpretazione rigorosa dell'EENS dei missionari e del Magistero del XVI secolo. LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, NS 2, GS 22 ecc. nel Concilio Vaticano II, se interpretati razionalmente, non possono essere eccezioni pratiche all'EENS. I casi invisibili nella nostra realtà non possono essere eccezioni oggettive all'EENS. Ad esempio, a salire sull'autobus bisogna essere presenti alla stazione degli autobus. Se non si è fisicamente alla fermata dell'autobus non è possibile salire sull'autobus.
Un altro esempio è, se c'è una mela in una scatola di arance, la mela è un'eccezione poiché è lì nella scatola. Se non fosse lì in quella scatola non sarebbe un'eccezione. Allo stesso modo LG 8, LG 14, LG 16, UR 3 ecc. si riferiscono solo a casi ipotetici. Non possiamo incontrare o vedere qualcuno salvato al di fuori della Chiesa, senza la fede e il battesimo d'acqua. Quindi il Concilio non si riferisce a persone reali.
Casi sconosciuti e invisibili del battesimo del desiderio (LG 14) e dell'essere salvati nell'ignoranza invincibile (LG 16) non possono essere eccezioni oggettive per l'EENS, il Credo di Atanasio e il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX.
Cosi Concilio Vaticano II quando interpreta razionalemente sono dogmatico.

Anonimo ha detto...

SE I BUONI PRETI NON RINNEGANO LA FEDE CATTOLICA, LA POLIZIA NON CRISTIANA NEL ROMA, LI CRITICHERO E POTREBBERO ESSERE RIMANDATI IN BRASILE.

Nella parrocchia Santa Maria di Nazareth, Casalotti, Boccea, Roma, I sacerdoti usano la falsa premessa per interpretare il Concilio come una rottura con la Tradizione (EENS ecc). Questa interpretazione non magisteriale, con un irrazionalità, è considerato Magistrale. Cosi Concilio Vaticano II non sono dogmatica per loro.Invece e contro Il dogma sul exclusiva salvezza nella Chiesa Cattolica.
Danno anche l'Eucaristia ai non cristiani e alle donne Cattoliche che vivono con i non cristiani che sono al di fuori della Chiesa.,
Poi dicono che Gesù è morto per tutti, in una dichiarazione che è incompleta. Invece dovrebbero affermare che Gesù è morto per tutti, ma per ricevere la salvezza tutti hanno bisogno di credere in Gesù come Salvatore, che ci salva tutti dall'inferno. Tutti hanno bisogno di credere in Lui e vivere i suoi insegnamenti nella Chiesa Cattolica, con fede e il battesimo d'acqua (AG 7) Questo è necessario per la salvezza dall'Inferno. Il prete non lo dice. Ci sono poliziotti non cristiani, presenti nella chiesa, durante la Messa in Italiano. Loro controllano ciò che dice il sacerdote.
Questa parrocchia in cui vivo da molti anni, si trova nella diocesi di Porta Santa Rufina, Roma e il vescovo era fino a poco tempo Gino Reali. Il vescovo-amministratore di diocesi è ora Mons. Gianrico Ruzza, Vescovo di Civittavecchia-Tarquinia, Lazio.
In questa parrocchia a Santa Maria di Nazareth, Casalotti, papa Francesco aveva insediato i Francescani dell'Immacolata, che celebrano la Messa solo in Italiano. Questo dopo aver chiuso il seminario di p. Stefano Manelli f.i. Ma l'anno scorso i Frati Francescani dell'Immacolata è stato chiesto di lasciare la parrocchia e il seminario. Poiché il Comitato dell'Immacolata, organizzazione laica di p. Stefano Manelli, si riprese legalmente il possesso dei terreni e delle proprietà. Nel loro accordo con il vescovo Gino Reali, chiesero che i Francescani partissero.
Hanno dovuto andarsene anche se Papa Francesco li voleva lì. La comunità liberale dei Francescani approvata da Papa Francesco, è stata fatta partire dall'organizzazione laica conservatrice. Può quell'organizzazione laica garantire che l'ortodossia Cattolica sia insegnata e praticata nella parrocchia, dove hanno un'influenza?
Ieri alla Messa mattutina nella festa del Sacro Cuore di Gesù,un buono sacerdote di Joselitos Christo communità ha detto che bisogna amare tutti. Non racconta ai non cristiani la loro sorte se muoiono in un'altra religione. Questo non è amore.
Se i buoni preti non rinnegano la fede Cattolica, la polizia non cristiana nel Roma li criticherò e poi i preti potrebbero essere rimandati in Brasile.
( Per piu informazione legge il blog Eucharist and Mission (Lionel's blog))

Anonimo ha detto...


IL CONCILIO VATICANO II E DOGMATICO MA I FSSP E COMMUNITA LAICA DI DIJON, FRANCIA STANNO PERMETTENDO AL VESCOVO ROLAND MINNERATH DI FARLA FRANCA.

Il Concilio Vaticano II è dogmatico, ma i sacerdoti della FSSP e la loro comunità a Digione, in Francia, stanno permettendo al vescovo Roland Minnerath di farla franca. Devono dire a lui e ai preti diocesani che non c'è una nuova rivelazione nella Chiesa cattolica con il Concilio Vaticano II , poiché il Concilio è dogmatico. Ad Gentes 7 (tutti hanno bisogno della fede e del battesimo per la salvezza) sostiene l'interpretazione rigorosa di extra ecclesiam nulla salus(EENS) mentre i casi ipotetici menzionati in LG 8, LG 14,LG 16,UR 3, NS 2 , GS 22 ecc. non possono essere eccezioni oggettive ad Ad Gentes 7 nel 1965-2021. Quindi non c'è nulla nel testo del Concilio che contraddica l'EENS del XVI secolo, o il Credo di Atanasio o il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX sull'esistenza di una salvezza esclusiva nella Chiesa Cattolica.
Il Concilio Vaticano II è dogmatico e gli due papi oggi devono accettarlo. Quando il Concilio è interpretato razionalmente non c'è una nuova rivelazione. Il Concilio interpretato irrazionalmente non può essere Magistrale. Il Concilio Vaticano II afferma il dogma EENS con AG 7, LG 14 e il Il Concilio non contraddice EENS o AG7 e LG 14, con LG 8, LG 26, UR 3, GS 22 ecc. Poiché se qualcuno fosse salvato come tale al di fuori della Chiesa, sarebbe conosciuto solo da Dio. Non fanno parte della nostra realtà.Sono invisibili nel 1965-2021.
Quando Papa Francesco dice che il Concilio Vaticano II è il Magistero della Chiesa deve riferirsi a un Concilio dogmatico pro-EENS con l'ermeneutica della continuità con la Tradizione.

Catholic Mission ha detto...

JUNE 13, 2021
With Vatican Council II being dogmatic the teachings of the Catholic Church are clear there is no rupture with the past
With Vatican Council II being dogmatic the teachings of the Catholic Church are clear there is no rupture with the past. - Lionel Andrades
https://eucharistandmission.blogspot.com/2021/06/with-vatican-council-ii-being-dogmatic.html

Anonimo ha detto...

Fede Cattolica

Non sono contro nessuna religione o popolo. Affermo la Fede Cattolica a Roma secondo il Concilio Vaticano II interpretato razionalmente.
Il Concilio in Ad Gentes 7 dice che tutti hanno bisogno della fede e del battesimo per la salvezza (Giovanni 3:5, Marco 16:16) e LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, NA 2, GS 22 ecc nel Concilio Vaticano II (VC2 ) si riferiscono a casi ipotetici, per me. Non sono Cattolici oggettivi e conosciuti nel 1965-2021 salvati fuori della Chiesa. Quindi praticamente non possiamo conoscere nessuno, salvato fuori della Chiesa, senza la fede e il battesimo d'acqua.
La maggior parte delle persone presume che LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, NA 2, GS 22 ecc., si riferiscano a noti non cattolici salvati fuori dalla Chiesa nel 1965-2021 e quindi diventano eccezioni al dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS) e il Credo di Atanasio che dice che al di fuori della Chiesa non c'è salvezza. Questa è una premessa falsa. Non ci sono casi così visibili. Se qualcuno fosse stato salvato al di fuori della Chiesa sarebbe noto solo a Dio. Quindi ci sono due interpretazioni di VC2 , uno razionale e l'altro irrazionale, uno senza la falsa premessa e l'altro con essa. La mia è la versione razionale. I papi dopo Paolo VI sono stati irrazionali. Hanno commesso un errore oggettivo.
Quindi la norma di salvezza per cattolici e non cattolici secondo la Chiesa Cattolica, è, la fede e il battesimo d'acqua (AG 7,EENS, Sillabo degli errori di Papa Pio IX, Credo di Atanasio, Catechismo della Chiesa Cattolica (24Q,27Q), Catechismo della Chiesa Cattolica (845.846,1257).
Quindi sto solo affermando la mia Fede Cattolica e non contro nessuna religione o nessuna. Gesù dice di amare e servire gli altri e non giudicare e condannare.
Finché un non cattolico è vivo sulla terra c'è speranza. Lo Spirito Santo ha insegnato la Chiesa nel corso dei secoli, che Dio Padre vuole che tutti gli uomini siano uniti nella Chiesa Cattolica (CCC 845). La Chiesa Cattolica è come la Arca di Noè che salva nel diluvio (CCC 845). Tutti sono orientati alla Chiesa Cattolica per la salvezza e sono chiamati ad esserne membri ( CDF, Notifica su Fr. J. Dupuis sj, 2001 ecc.).
Salvarsi con il battesimo del desiderio o dell'ignoranza invincibile sono 'casi zero' nella nostra realtà ha detto l'apologeta Cattolico Americano, John Martignoni. Non fanno eccezione al dogma EENS ha confermato l'arcivescovo Thomas E. Gullickson, ex nunzio in Svizzera. Questo e il punto di vista, del buon senso, di p. Stefano Visintin osb, ex-Decano di Teologia e Rettore dei Benedettini, Università di Sant'Anselmo, Roma.
Quindi per me VC2 è dogmatico. Ha una continuità con il Magistero della Chiesa passato sul fatto che fuori della Chiesa non c'è salvezza.
Tutti devono credere nel Messia ebraico, predetto dai profeti Ebrei. Egli ha stretto un'Alleanza Eterna, con la sua Morte e Risurrezione, per la salvezza di tutti coloro che credono e confidano in Lui, nella Chiesa Cattolica, l'unica Chiesa da lui fondata e che è il Suo Corpo Mistico, al di fuori del quale/del Persone, non c'è salvezza.
La Chiesa Cattolica è “la perla di grande valore”, è il tesoro che un uomo trova nel campo e venduto tutto per possederlo.

Anonimo ha detto...


INFORMAZIONE INESTIMABILE :LA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE NON TE NE PARLERA
Puoi interpretare il Concilio Vaticano II con una premessa falsa e la tua conclusione sarà diversa.
Puoi interpretare extra ecclesiam nulla salus(EENS) con una premessa falsa e la tua conclusione sarà diversa.
Puoi interpretare il battesimo del desiderio(BOD) e l'essere salvati nell'ignoranza invincibile(I.I) con o senza la falsa premessa e la tua conclusione sarà diversa.
Puoi interpretare il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX con o senza la falsa premessa e la tua conclusione sarà diversa, indipendentemente dal fatto che tu sia un conservatore o un liberale.
Puoi interpretare il Credo di Atanasio con o senza la falsa premessa e sarà la differenza tra eresia e ortodossia.
Credo di Nicea... lo stesso.
Credo degli Apostoli... lo stesso.
Catechismo del Concilio di Trento, Catechismo di Papa Pio X, Catechismo della Chiesa Cattolica... lo stesso.
La Lettera del Sant'Uffizio 1949 posta nel Denzinger e citata al Concilio Vaticano II interpreta BOD e I.I con la falsa premessa e quindi la sua conclusione è una rottura con la tradizionale interpretazione rigorosa dell'EENS. Si tratta di un'informazione inestimabile. La Congregazione per la Dottrina della Fede non te ne parlerà.
La Lettera del Sant’Ufizio usa una falsa premessa per creare una Nuova Teologia e inconsapevolmente liberali e conservatori la seguono.

Anonimo ha detto...


UNA VALIDA CONILIO CHE E ERETICA E SCISMATICA PER MIRUS E LAWLER MA NON VIGANO

L'Arcivescovo Carlo Vigano ha detto che il Concilio Vaticano dovrebbe essere abolito, accantonato. Jeff Mirus tuttavia accetta il Concilio Vaticano II con la sua conclusione non tradizionale che è una rottura con gli insegnamenti de fide della Chiesa.Ma lui loda l'Arcivescovo Vigano per aver accettato almeno,la validità del Concilio.
Come può essere valida per Jeff Mirus e Phil Lawler, un'interpretazione eretica e scismatica del Concilio?
Ha davvero respinto l'interpretazione del Concilio Vaticano II con una premessa falsa.
Il Concilio può essere valido solo se interpretato con la premessa razionale e quindi la conclusione è tradizionale.
Come può un Concilio che ha un errore oggettivo ed è eretico e scismatico essere Magistrale e accettabile per Lawler e Mirus? Di che validità sta parlando Mirus?
Lo Spirito Santo non può confondere ciò che è soggettivo come oggettivo e quindi creare una nuova rivelazione nella Chiesa Cattolica. Questo è un errore umano. È politico.
Possiamo però risalire alla Tradizione reinterpretando il Concilio Vaticano II, senza confondere l'implicito con l'esplicito, l'invisibile con il visibile. Allora non c'è rottura con extra ecclesiam nulla salus(EENS) senza eccezioni, il Credo di Atanasio(, senza eccezioni conosciute, per l’insegnamente tradizionale che al di fuori della Chiesa non c'è salvezza),il Sillabo degli Errori di Papa Pio IX, che non è più obsoleto.

Anonimo ha detto...



LA LITURGIA AL ANGELICUM UNIVERSITA ROMA , IN ITALIANO E LATINO, CON LA TEOLOGIA DI SINISTRA : CON L'INTERPRETAZIONE DI CONCILIO VATICANO II CON LA FALSA PREMESSA

lL nuovo Rettore, come il resto della facoltà dell'Angelicum Universita di Roma, interpreta il Concilio Vaticano II con la falsa premessa per evitare di essere etichettato come estremista o tradizionalista. Poiché senza la falsa premessa LG 8, LG 14, LG 16, UR 3, GS 22 ecc, nel Concilio Vaticano II, farebbero riferimento a casi invisibili e non fisicamente visibili non cattolici salvati fuori dalla Chiesa. I casi invisibili non fanno eccezione a extra ecclesiam nulla salus (EENS). Se non ci sono casi fisicamente visibili di non cattolici salvati senza fede e battesimo, allora non ci sono eccezioni oggettive al dogma EENS e al Credo di Atanasio che affermano la salvezza esclusiva nella Chiesa Cattolica. Il Concilio Vaticano II sosterrebbe il passato ecclesiologia ecclesiocentrica della Chiesa.
Quindi solo con la menzogna, cioè confondendo ciò che è implicito come esplicito e soggettivo come oggettivo, evita l'accusa estremista della sinistra. Quindi mantiene il suo posto di insegnante all'università e la sua posizione religiosa nell'Ordine Domenicano. Ma non è in grado di discutere di teologia Cattolica poiché sarebbe esposto. Deve sostenere l'ideologia di sinistra e fingere che sia teologia cattolica, anche se deve essere irrazionale. C'è una rottura tra fede e ragione.
Saprebbe che non c'è nulla in Unitatis Redintigratio,Il Decreto Sul Ecumenismo, Concilio Vaticano II, che contraddica il passato ecumenismo del ritorno alla Chiesa Cattolica. Inoltre non c'è nulla nell'intero testo della Lumen Gentium che contraddica la passata ecclesiologia esclusivista della Chiesa Cattolica.
Non c'è passaggio in Ad Gentes che contraddica le dottrine e la teologia della Missione passate basate sul loro essere salvezza esclusiva nella Chiesa Cattolica, e quindi tutti coloro che sono fuori, senza fede e battesimo, sono orientati all'Inferno al momento della morte sulla terra .
La Nuova Teologia del Rettore era possibile solo con la falsa premessa. Senza di essa non ci può essere teologia razionale a sostegno del Nuovo Ecumenismo, della Nuova Ecclesiologia, della Nuova Evangelizzazione, del Nuovo Diritto Canonico ecc.
Quindi il liberalismo che viene insegnato agli studenti dell'Università San Tommaso d'Aquino di Roma, è una rottura con la passata ortodossia dei Domenicani, ed è politico. Non è Cattolico e sicuramente non Domenicano.

Anonimo ha detto...

DIO E' AMORE MA L'INFERNO ESISTE
L'altro giorno alla Messa in italiano nella chiesa di Santa Maria di Nazareth, a Roma, il sacerdote ha detto che Dio non ha favoriti, ama tutti. La pioggia cade su tutti e il sole splende su tutti, «buoni e cattivi». Perciò bisogna amare ognuno, era il suo messaggio.
Sì, dobbiamo amare tutti, ma l'inferno esiste e non tutti andranno in Paradiso. I sacerdoti non possono parlare dell'Inferno poiché il Vicariato di Roma e il Vaticano non danno loro il permesso. Papa Benedetto ha anche proibito ai seminaristi di menzionare l'Inferno.
Nelle chiese di Roma ai sacerdoti non hanno permesso parlare di morale, peccato e Inferno. Non era stato loro permesso, in tutti questi anni, di parlare dei peccati della morale e dei peccati di fede e della mancanza di fede.
Devono anche dare l'Eucaristia a tutti indicando che non ci sono peccati mortali di fede e di morale, per loro. Quindi se qualcuno ha una vocazione alla vita religiosa a Roma, rinuncerebbe, e non si unirebbe, vista l'incoerenza generale , approvato dalla Sinistra politica per la Chiesa Cattolica.
Lo stato di sinistra decide la morale. Un carabinieri e diplomatico italiano è stato ucciso in un paese del terzo mondo qualche mese fa e gli è stata offerta una messa funebre di stato. La messa si è svolta nella chiesa di Santa Maria di Angeli, a Pizza Repubblica, a Roma. Erano presenti membri del governo e anche la moglie non cristiana della vittima. Questo era politico. Il messaggio era che non ci sono fede e morale per il governo di sinistra in Italia. Il Vicario generale del Vicariato di Roma ha offerto la Messa e ha condogliato tutte le famiglie , in Italia e all'estero. Il defunto era in pubblico peccato mortale e la messa funebre era consentita e trasmessa in televisione.
A Roma il governo ha confiscato le chiese e ne consente l'uso con l'approvazione di un comitato laico approvato dal governo. C'è una targa sulla porta d'ingresso delle chiese, dicendo che la chiesa appartiene al governo.
La chiesa di sinistra e lo stato di sinistra non sono separati per il governo. Non c'è stata messa funebre per Preibike, che non era in peccato mortale pubblico. Non è stato nemmeno permesso di seppellire il corpo.Non c'e amore per la sinistra.Loro giudice e condana.

Anonimo ha detto...

L'ARCIVESCOVO CARLO M. VIGANO DEVE NOTARE CHE VESCOVO PETER LIBASCI E P.GEORGES DE LAIRE COME GLI ECCLESIASTICI DELLA CDF,VATICANO SONO DISONESTO IN PUBLICO

Ai tradizionalisti del St. Benedict Center, Richmond, New Hampshire, USA viene ancora detto che non sono Cattolici poiché non interpretano il Concilio Vaticano II e il dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS) con la comune irrazionalità, la falsa premessa .La falsa premessa e utilizzato dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, Vaticano e dal Vescovo e Curia della Diocesi di Manchester, USA. L'uso della falsa premessa e disonesto. Usa per interpretare documenti della Chiesa e quindi proiettare una falsa rottura con la Tradizione, è disonesto e non etico.
Se il Cardinale Luiz Ladaria, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, Vaticano, interpretasse il Concilio Vaticano II senza la falsa premessa, sarebbe chiamato "estremista" dai media di sinistra. Poiché senza la falsa premessa, il Concilio sarebbe dogmatico. Affermerebbe il dogma EENS con Ad Gentes 7. E LG 8,LG 14, LG 16, UR 3,GS 22 ecc. nel Concilio, non farebbero eccezione, in quanto oggi viene erroneamente interpretato dalla CDF.
Allo stesso modo quando il Vescovo Peter Libasci, Vescovo di Manchester e p.Georges de Laire, Vicario Giudiziario, interpretano il Concilio Vaticano II, i Credo, i Catechismi, extra ecclesiam nulla salus, salvandosi con il battesimo del desiderio(BDD) e dell'ignoranza invincibile(I.I), con la falsa premessa, evitano di essere etichettati come tradizionalisti, estremisti ecc.
Attualmente il vescovo Libasci e p. Georges de Laire, come gli ecclesiastici della CDF, Vaticano, sono pubblicamente disonesti e diffamano la SBC.
_________________

ENGLISH

ARCHBISHOP CARLO M. VIGANO MUST NOTE THAT THE BISHOP PETER LIBASCI AND FR. GEORGES DE LAIRE LIKE THE ECCLESIASTICS AT THE CDF, VATICAN ARE DISHONEST IN PUBLIC

The traditionalists at the St. Benedict Center, Richmond,New Hampshire, USA are still being told that they are not Catholic since they do not interpret Vatican Council II and the dogma extra ecclesiam nulla salus (EENS) with the common irrationality, the false premise, used by the Congregation for the Doctrine of the Faith,Vatican and the bishop and Curia of the Diocese of Manchester, USA.The use of the false premise to interpret Church documents and then project an alleged rupture with Tradition, is dishonest and unethical.
If Cardinal Luiz Ladaria, Prefect of the Congregation for the Doctrine of the Faith,Vatican, would interpret Vatican Council II without the false premise he would be called an ‘extremist’ by the Leftist media.Since without the false premise, the Council would be dogmatic. It would affirm the dogma EENS with Ad Gentes 7 and LG 8,LG 14, LG 16, UR 3,GS 22 etc would not be exceptions, as, it is wrongly be interpreted by the CDF today.
Similarly when Bishop Peter Libasci, bishop of Manchester and Fr.Georges de Laire, Judicial Vicar, interpret Vatican Council II , the Creeds,Catechisms, extra ecclesiam nulla salus, being saved with the baptism of desire and invincible ignorance with the false premise, that they avoid being labelled traditionalists, extremists etc.
Presently Bishop Lbasci and Fr. Georges de Laire, like the ecclesiastics at the CDF, Vatican, are publically dishonest and are defaming the SBC.

Anonimo ha detto...


CI SONO BUONI SACERDOTI NELLA MIA PARROCCHIA MA NON INTERPRETANO RAZIONALMENTE I CREDI E I DOCUMENTI MAGISTERI: S. ALFONDO LIGUORI DICE DI NON RICEVERE L'EUCARISTIA DA UN SACERDOTE IN PUBBLICO PECCATO MORTALE
Ci sono buoni sacerdoti nella mia parrocchia Santa Maria di Nazareth, Casalotti, Boccea, Roma. Però Sant'Alfonso Liguori, padre della Teologia Morale dice che se c'è un sacerdote in pubblico peccato mortale non salire a ricevere da lui l'Eucaristia. Dal momento che se lo facessi gli diresti che va tutto bene anche se la sua anima è orientata verso l'Inferno. Sant'Alfonso dice che se non c'è altro mezzo per adempiere al tuo obbligo domenicale, allora sali da lui per ricevere l'Eucaristia nella Messa ( Teologia Moralis, Bk.3,N.46). Nella mia parrocchia, come i diocesi, il sacerdote interpreta i Credo in modo irrazionale poiché e politicamente corretto con la Sinistra e il Vaticano. Rigettano il Credo di Atanasio, il dogma extra ecclesiam nulla salus e il Sillabo degli Errori con la stessa falsa premessa. Quindi interpretano i Catechismi e il Concilio Vaticano II con la stessa falsa premessa creando una falsa rottura con la Tradizione (EENS ecc).
Come devo salire per ricevere da loro l'Eucaristia?
Ho scritto su questo e ho anche inviato un'e-mail a loro e ad altri e non c'è smentita. Non c'è smentita da parte loro! In realtà sono d'accordo con me. Negano i Credi ei Catechismi interpretandoli in modo irrazionale e sono d'accordo con me.
Come devo salire per ricevere da loro l'Eucaristia?

English translation

THERE ARE GOOD PRIESTS IN MY PARISH BUT THEY DO NOT INTERPRET THE CREEDS AND MAGISTERIAL DOCUMENTS RATIONALLY : ST.ALPHONSUS LIGUORI SAYS DO NOT GO UP TO RECEIVE THE EUCHARIST FROM A PRIEST IN PUBLIC MORTAL SIN
There are good priests in the parish Santa Maria di Nazareth,Casalotti, Boccea, Rome.However St.Alphonsus Liguori, father of Moral Theology says that if there is a priest in public mortal sin do not go up to receive the Eucharist from him. Since if you do so you would be telling him all is well even though his soul is oriented to Hell. St. Alphonsus says that if there is no other means to fulfill your Sunday obligation, then go up to him to receive the Eucharist at Mass ( Teologia Moralis, Bk.3,N.46).In my parish, like the rest of the diocese, the priest interpret the Creeds irrationally since it is politically correct with the Left and the Vatican.They reject the Athanasius Creed, the dogma extra ecclesiam nulla salus and the Syllabus of Errors with the same false premise. Then they interpret the Catechisms and Vatican Council II with the same false premise creating a false rupture with Tradition(EENS etc).
How am I to go up to receive the Eucharist from them ?

Anonimo ha detto...


Il Concilio e l'eclissi di Dio” Parte XI “Come il Concilio ha abbandonato la vera evangelizzazione cattolica per un ecumenismo superficiale” di Don Pietro Leone, webblog Rorate Caeili

RORATE CAEILI E DON PIETRO LEONE INTERPRETANO ANCORA IL CONCILIO VATICANO II COME I VESCOVI LIBERALI DI USA.

Sì, è vero che poiché i Padri Conciliari hanno usato la falsa premessa per rifiutare il dogma extra ecclesiam nulla salus e hanno accettato questo errore nella Lettera del Sant'Uffizio del 1949, alcuni di loro hanno scelto di creare una Nuova Teologia, un Nuovo Ecumenismo e possiamo vedi i risultati nella Chiesa, come ha osservato anche Don Pietro Leone.
Ma don Leone non deve interpretare EENS e Concilio Vaticano II con la falsa premessa come fecero i papi, i liberali e l'arcivescovo Marcel Lefebvre.
Può scegliere di interpretare Unitatis Redintigratio, il Decreto sull'Ecumenismo, il Concilio Vaticano II senza la falsa premessa, senza confondere l'invisibile come visibile. Allora il Concilio Vaticano II viene interpretato senza la Nuova Teologia e non c'è rottura con il vecchio Ecumenismo del Ritorno alla Chiesa Cattolica.

ENGLISH TRANSLATION

“The Council and the Eclipse of God” Part XI “How the Council jettisoned true Catholic Evangelisation for shallow Ecumenism” by Don Pietro Leone,Rorate Caeili webblog

RORATE CAEILI AND DON PIETRO LEONE STILL INTERPRET VATICAN COUNCIL II LIKE THE LIBERAL US BISHOPS.


Yes it is true that since the Council Fathers used the false premise to reject the dogma extra ecclesiam nulla salus and accepted this error in the Letter of the Holy Office 1949, some of them chose to create a New Theology, a New Ecumenism and we can see the results in the Church, as Done Pietro Leone also has observed.
But Don Leone does not have to interpret EENS and Vatican Council II with the false premise as did the popes, the liberals and Archbishop Marcel Lefebvre.
He can choose to interpret Unitatis Redintigratio, the Decree on Ecumenism, Vatican Council II without the false premise, without confusing what is invisible as being visible. Then Vatican Council II is being interpreted without the New Theology and there is no rupture with the old ecumenism of return to the Catholic Church.

Catholic Mission ha detto...

JUNE 19, 2021
Annual parish fete tomorrow - stall needed for Catechesis

Tomorrow is the annual feast of the parish, there will be a fete, with music and plenty to eat and drink and people whom you didn't see throughout the year will be there. This would be a good opportunity to have a stall for the evening.The Catechism of the Catholic Church of Pope John Paul II says all it takes is one mortal sin for a soul to go to Hell.One un-Confessed mortal sin of masturbation and pornography for a soul to go to Hell.Immodesty in clothes and hate ( not the political version) are mortal sins, and so are fornication, adultery and not choosing to be a Catholic.

If I was given a selling-booth for the evening there would be trouble.The distribution of pamphlets are not allowed so there would have to be a way to say that the Romanian singer with the low-V blouse will be in trouble after she dies...there will be burning fire.

Immodesty in clothes is a mortal sin and it takes people to the fires of Hell.People do not know this. It can be seen by the clothes they wear and do not wear.

Most of the people who are present were not there at the obligatory-Sunday Mass when the church was open over the months.Not attending Mass on Sunday is a mortal sin.



Since most of the people there would probably not be going to Heaven, given the odds of the situation,I would be burdened to have to describe Hell. It would have to be a major subject of my Catechetical booth.

Then I would have to tell the non-Catholics there at the fair that they are going to the same place after they die- as where many of the Catholic parishioners are going.They need to give up their religion and accept Jesus in the Catholic Church and live the teachings of the Catholic Church, which do not change.

In this way I would proclaim the Faith to those who are outside the Catholic Church ( non Catholics) and those who voluntarily stay outside the Church, due to their attachments, lack of knowledge of Hell or whatever other reason( Catholics).Both have the same destination.

They would have to be told to come to church at least on Sundays and pray, even though the priest is not allowed to speak about morals,sin and Hell- which has fire and is non-stop.

Without the Sacrament of Confession , the assistance of the Eucharist and regular and consistent prayer from the heart,it would be difficult to fight Satan, our Enemy - and not be a slave to sin,addictions, uncontrollable personalies and temperaments, negative feelings and states, unwanted emotions which dominate life, obsessions and forms of possession etc, etc.All this is nothing compared to the burning, uncomfortable fires of Hell. -Lionel Andrades

Anonimo ha detto...

19 giugno 2021
Domani festa parrocchiale annuale - occorre lo stallo per la catechesi

Domani è la festa annuale della parrocchia Santa Maria di Nazareth,Casalotti,Boccea, Roma, ci sarà una festa, con musica e tanto da mangiare e da bere e ci saranno persone che non avete visto durante tutto l'anno. Questa sarebbe una buona occasione per avere una bancarella per la serata. Il Catechismo della Chiesa Cattolica di Papa Giovanni Paolo II dice che basta un peccato mortale per un'anima vada all'Inferno. Un peccato mortale non confessato di masturbazione e pornografia per un'anima e basta per andare all'inferno. L'immodestia nei vestiti e l'odio (non la versione politica) sono peccati mortali, così come la fornicazione, l'adulterio e la non scelta di essere un Cattolico.

Se mi dessero una bancarella di vendita per la sera ci sarebbero problemi. La distribuzione di volantini non è consentita quindi ci dovrebbe essere un modo per dire che la cantante rumena con la blusa a V bassa sarà nei guai dopo la sua morte ...ci sarà fuoco ardente.

L'immodestia nei vestiti è un peccato mortale e porta le persone al fuoco dell'Inferno. La gente non lo sa. Lo si vede dai vestiti che indossano e non indossano.
La maggior parte delle persone presenti non era presente alla Messa domenicale obbligatoria quando la chiesa è stata aperta nel corso dei mesi. Non partecipare alla Messa domenicale è peccato mortale.
Dal momento che la maggior parte delle persone lì probabilmente non andrebbero in Paradiso, date le probabilità della situazione, sarei gravato di dover descrivere l'inferno. Dovrebbe essere un argomento importante del mio stallo catechetico.
Allora dovrei dire ai non cattolici presenti alla fiera che andranno nello stesso posto dopo la loro morte, dove stanno andando molti dei parrocchiani Cattolici. Devono rinunciare alla loro religione e accettare Gesù nella Chiesa Cattolica e vivere gli insegnamenti della Chiesa Cattolica, che non cambiano.
In questo modo proclamerei la Fede a coloro che sono al di fuori della Chiesa Cattolica (non cattolici) e a coloro che volontariamente rimangono fuori della Chiesa, a causa dei loro attaccamenti, della mancanza di conoscenza dell'Inferno o di qualsiasi altra ragione (Cattolici). Entrambi hanno la stessa destinazione.
Bisognerebbe dire loro di venire in chiesa almeno la domenica e pregare, anche se al prete non è permesso parlare di morale, peccato e inferno, che ha il fuoco e non si ferma.

Senza il Sacramento della Confessione, l'assistenza dell'Eucaristia e la preghiera regolare e coerente del cuore, sarebbe difficile combattere Satana, nostro Nemico - e non essere schiavo del peccato, delle dipendenze, delle personalità e dei temperamenti incontrollabili, dei sentimenti e degli stati negativi , emozioni indesiderate che dominano la vita, ossessioni e forme di possessione ecc. ecc. Tutto questo è niente in confronto ai fuochi ardenti e scomodi dell'Inferno.